Azoospermia per vasectomia

L’azoospermia consiste nell’assenza di spermatozoi nell’eiaculato. Alcuni uomini soffrono di natura di questa alterazione, a causa di un deficit nella fabbricazione degli spermatozoi (espermatogenesi) quando si tratta di azoospermia secretiva o a causa di un’ostruzione nei condotti deferenti che trasportano gli spermatozoi in caso di azoospermia ostruttiva.

Alcune volte l’azoospermia è provocata dalla vasectomia: quando un uomo decide non avere più figli, può effettuare questo intervento chirurgico che comporta la sterilizzazione maschile.

In cosa consiste la vasectomia

La vasectomia è un intervento chirurgico che consiste nella sezione e nella successiva legatura dei condotti deferenti, in questo modo non si troveranno spermatozoi nel seme eiaculato, ovvero si manifesta un’azoospermia di tipo ostruttiva.

L’operazione viene effettuata sotto anestesia locale in mezz’ora o un’ora al massimo
ed è relativamente semplice. Dopo aver aspettato del tempo sotto osservazione, il paziente può tornare a casa, non è necessario che venga ricoverato. Nei giorni seguenti, il paziente dovrà seguire delle cure in modo che il tessuto si cicatrizzi in maniera corretta. Trovandosi in una zona delicata, è importante che la ferita rimanga pulita per evitare infezioni.

Con la vasectomia si evita la gravidanza, l’uomo continua a produrre spermatozoi nei testicoli, che però non possono uscire dal condotto che generalmente li trasporta perchè è stato sezionato, vengono così riassorbiti dall’organismo. La vasectomia non influenza la potenza sessuale, nè evita l’erezione, successivamente all’operazione e alla cura l’uomo può mantenere relazioni sessuali complete senza problemi e continua ad eiaculare, anche se nel seme non ci sono spermatozoi.

Per sapere se l’operazione è andata bene, ci si deve sottoporre ad un seminogramma per verificare che il conteggio degli spermatozoi sia zero. Dipende dall’urologo quanto tempo si deve rimanere in attesa, in alcuni casi sono 3 o 6 mesi per assicurarsi che non rimanga nel condotto alcun spermatozoo che possa portare ad una gravidanza. Per questo dopo la vasectomia è consigliabile utilizzare preservativi fino a quando i due seminogrammi non confermino l’assenza di spermatozoi.

Annullare la vasectomia

La vasectomia si deve prendere come irreversibile e realizzarsi solo quando non desiderano più avere figli, per loro esistono varie opzioni, però ci sono volte in cui molti uomini pentono della vasectomia e desiderano avere altri figli, per questo eistono varie opzioni.

In alcuni casi si può realizzare un’annullamento delal vasectomia, per questo motivo è necessario consultare l’urologo che ha effettuato la vasectomia per accertare che si possa annullare. Questa operazione è più complicata e non sempre l’annullamento funziona.

L’opzione con più possibilità è ricorrere alla fecondazione in vitro, concretamente alla ICSI (iniezione spermatica di spermatozoi). L’ottenimento degli spermatozoi per fecondare l’ovulo si realizza attraverso un’aspirazione dell’epididimo o una biopsia testicolare.

Una volta ottenuti gli spermatozoi, si ricorre all’ICSI perchè non richiede un gran numero di spermatozoi, in ogni caso si potrebbe far ricorso alla fecondazione in vitro convenzionale, anche se è molto pocco frequente. In nessun cas osi ricorrerà all’inseminazione artificiale, perchè ci sono troppi pochi spermatozoi mobili per far sì che questa tecnica sia effettiva e la probabilità di successo sono basse. Tenendo in conto che il campione di spermatozoi è molto valido, perchè non si ottiene per mezzo di un’eiaculazione , ma di un intervento. Se si ottenesse, sarebbe possibile rimaere incinta in modo naturale.

Cookies allow us to show customized advertising and collect statistical data. By continuing to use our website, you are agreeing to our cookies policy.